Una domanda che si pongono sia uomini che donne, anche se spesso per motivi diversi. Purtroppo, il ciclo di vita del capello non è una situazione controllabile a priori: questo perché alle volte la responsabile della caduta dei capelli è Madre Natura.

In altri casi, però, è possibile intervenire per rivitalizzare i follicoli piliferi e per consentire ai capelli di riconquistare la salute perduta.

Come far ricrescere quindi una folta chioma?

Come Far Ricrescere I Capelli

Intanto scoprendo quali sono le cause che hanno portato alla loro caduta. Cause che possono essere sia psicologiche che organiche.

Lo stress è una componente che potrebbe accentuare la perdita dei capelli o il peggioramento della loro qualità.

Ma anche le malattie cutanee come la psoriasi e la dermatite seborroica (o atopica) possono portare la tua chioma ad assottigliarsi: e la debolezza del capello, è sempre il primo step che successivamente porta alla sua caduta.

Non solo: esistono anche altre patologie che potrebbero mettere a rischio il benessere dei tuoi capelli. Le malattie del fegato, ad esempio, possono avere un impatto molto forte e dunque risultare determinanti ai fini dell’alopecia.

Prima di intervenire, quindi, assicurati di aver colto la causa responsabile della caduta dei capelli: consulta un dermatologo (non un tricologo) esperto, e vedi qual è il responso della visita.

Cosa usare per far ricrescere i capelli persi? i farmaci

Se le cause della caduta dei capelli non dipendono da malattie organiche, ma da una propensione genetica alla calvizie androgenetica puoi intervenire ricorrendo a farmaci specifici come ad esempio il Minoxidil.

Questo prodotto, infatti, favorisce la ricrescita dei fusti e il loro inspessimento, in modo tale da contrastare l’alopecia e da far riattivare i follicoli piliferi dormienti.

Trattandosi comunque di un farmaco, il suddetto prodotto – pur essendo particolarmente efficace – possiede alcuni effetti collaterali che presuppongono sempre una grande fase di attenzione. Il Minoxidil puro, infatti, può essere comprato solo se hai la ricetta di un medico: in alternativa, quello galenico è vendibile liberamente, in quanto possiede dei dosaggi sotto il livello di guardia.

finasteride propecia

Puoi anche pensare di assumere la finasteride prodotto di sintesi nato per combattere l’ IPB ingrossamento della postata benigno e che si è dimostrato efficace contro la calvizie androgenetica ma con degli effetti collaterali non piacevoli sulla sfera sessuale (non in tutti i casi ovviamente).

Far ricrescere i capelli con altri prodotti specifici

I farmaci non sono certamente l’unica soluzione che hai, se il tuo scopo è capire come far ricrescere i capelli. Anche le lozioni anticaduta , gli shampoo e integratori per capelli i prodotti Laser per capelli, sono un ottimo sistema per ottenere questo risultato, anche se meno efficaci rispetto ai farmaci. Ma procediamo con ordine, partendo dalle lozioni: le suddette fialette, facilmente reperibili in commercio, vanno applicate subito dopo la doccia, con i capelli ancora umidi.

Queste possono avere diversi scopi, fra i quali la riparazione del tessuto cutaneo, la regolazione del pH del cuoio capelluto, oppure il nutrimento dei capelli per vie esterne e tramite applicazioni topiche. Non sempre sono efficaci, soprattutto quando è presente una patologia cutanea come la dermatite seborroica.

E richiedono pazienza, perché i primi risultati sono visibili solo dopo diverse settimane. Gli shampoo anticaduta, invece, hanno il preciso scopo di idratare, di riparare e di nutrire i fusti senza causare irritazioni cutanee. O peggiorare quelle già esistenti. Gli integratori se hanno una buona composizione possono essere un valido aiuto.

Alimentazione e integratori per la caduta dei capelli

Come far ricrescere i capelli, mangiando sano o facendo uso di integratori specifici? Una domanda che dovrai farti, se vorrai risolvere i problemi di calvizie. Il motivo è molto semplice: la salute dei fusti dipende per prima cosa dalle sostanze che, tramite la digestione, passano ai capelli attraversando i follicoli piliferi.

I nutrimenti migliori, infatti, sono quelli che giungono alla chioma per vie interne. Mangiare frutta e verdura, per esempio, ti aiuterà a favorire la ricrescita dei capelli: merito di elementi come i minerali, gli antiossidanti e le vitamine. Anche gli acidi grassi polinsaturi Omega 3 servono per rafforzare il cuoio capelluto e i fusti.

E poi, gli integratori. Si tratta di mix diversi di queste e altre sostanze naturali: i suddetti si rivelano particolarmente utili sia in caso di intolleranze alimentari, sia quando decidi di arricchire la tua dieta.

I Cookies ci aiutano ad offrire un migliore servizio. Usando i nostri servizi accetti l\\\'uso dei cookies. | CHIUDI