Hair Plug VS Trapianto Di Capelli

I capelli sono importantissimi per la salute psicologica di un uomo, dunque non c’è cosa peggiore che cominciare a perderli, soprattutto in giovane età se si viene colpiti da alopecia androgenetica. Ed ecco che una delle prime cose che viene in mente è: posso risolvere la mia situazione con un trapianto di capelli? E quali tecniche di trapianto posso richiedere? Ecco perché oggi vedremo quale tecnica risulta essere migliore fra Hair Plug e trapianto di capelli puro.

Cos’è l’Hair Plug?

hair plugs

La tecnica di hair plug ha rappresentato per decenni una delle più utilizzate nel campo del trapianto dei capelli, e anche una delle più sicure. Ma in cosa consiste? L’hair plug altro non è che la rimozione di una porzione di cuoio capelluto da una zona sana della testa (spesso in corrispondenza della nuca) ed il suo successivo trapianto laddove la calvizie ha cominciato a manifestare tutte le sue conseguenze.

In questo modo, è possibile rimodellare l’attaccatura dei capelli sostituendo i follicoli piliferi morti con quelli sani e attivi, installandoli all’interno dei bulbi. Fatto questo, basta attendere che la natura faccia il suo corso, facendo crescere i nuovi capelli sulle zone prima affette da calvizie. Ovviamente, la suddetta tecnica dev’essere effettuata da un chirurgo specializzato.

Leggi anche : Capire il trapianto di capelli: Quanto costa? Cosa aspettarsi. Ne vale la pena?

Quali tecniche di Hair Plug esistono?

Esistono diverse tecniche di hair plug, che sostanzialmente dipendono dalla quantità di capelli trapiantati. Si va dal mini-grafts (da 2 a 4 peli) fino ad arrivare al punch grafts, con trapianti per gruppi di 15 capelli. In mezzo, poi, si trovano altre procedure di hair plug come il micro-grafts (1 solo pelo), lo slit grafts (innesto del capello tramite singola incisione) e lo strip grafts, che invece prevede il trapianto di un’intera porzione di cuoio capelluto (che in genere ospita circa 40 capelli).

Cos’è il trapianto di capelli?

trapianto dei capelli

Il trapianto di capelli è molto simile all’hair plug, dato che anche in questo caso viene ricollocata una certa porzione di cuoio capelluto in un’altra zona della testa. Ma le procedure sono molto più complesse e invasive, considerando che il trapianto vero e proprio necessita di diversi tentativi prima di andare a buon fine.

Ma come funziona? innanzitutto, il medico pulisce il cuoio capelluto e successivamente inietta un farmaco anestetizzante alla base della testa, che avrà il compito di intorpidire la cute del capo. In seguito, il medico deciderà se estrarre i follicoli singolarmente o se effettuare una estrazione a strip (ovvero a zona) dal retro della testa. La suddetta verrà poi impiantata sulla cute senza capelli, foro dopo foro.

Come ti abbiamo già detto, si tratta di un’operazione chirurgica complessa che può durare anche fino ad 8 ore di intervento. E poi dovrai quasi sicuramente sottoporti di nuovo al trapianto.

Hair Plug o trapianto: qual è la soluzione migliore?

risultati trapianto

Il trapianto di capelli puro garantisce dei risultati visivamente più naturali e durevoli, rispetto all’hair plug, ma se il chirurgo è bravo, anche l’hair plug dà dei risultati molto verosimili, anche se ovviamente non allo stesso livello. Di contro, l’hair plug è più veloce e meno costoso del trapianto. Ed è anche meno doloroso, non essendo poi tanto invasivo. Ad ogni modo, devi sempre richiedere il parere di un medico esperto, e scegliere anche in base ai suoi consigli.

 

Trapianto Di Capelli: 10 Cose Da Considerare Prima Di Decidere

Trapianto di capelli farlo o non farlo? questo è il dilemma

autotrapianto-di-capelli

Il trapianto di capelli è comunque un atto chirurgico anche se di lieve entità e non a tutti giustamente entusiasma l’idea di essere sottoposti a ore di intervento al cuoio capelluto e di affrontare anche una certa spesa per cui non prendono una decisione se procedere o meno all’ autotrapianto di capelli.

Vogliamo quindi analizzare insieme a voi quali sono i punti salienti da valutare quando si sta decidendo se effettuare la procedura o meno. Eccole di seguito:

  1. Il tipo di Autotrapianto da scegliere

Due delle procedure di trapianto di capelli più comuni sono la  Follicular Unit Extraction (FUE) e la unità follicolari Trapianti (FUT). Bisogna decidere quale procedura utilizzare cosi da essere consci del costo e dei possibili risultati. Ormai possiamoa nche dire che quasi tutti gli autotrapianti sono effettuati tramite FUE perchè i risultati sono superiori e più naturali.

Vediamo comunque nel dettaglio le due procedure:

La FUT, nota anche come metodo ‘strip’, è una procedura di trapianto di capelli che comporta il taglio e la rimozione di una striscia di pelle e capelli da cui verranno poi sezionate delle piccole isole di follicoli reimpiantati in altre zone glabre.

A differenza della procedura FUT, la FUE il trapianto di capelli non comporta la rimozione di una strisce di cuoio capelluto, ma piuttosto di unità follicolari che vengono prese solo  in zone insensibili al DHT dove capelli sono ancora abbondanti. Ogni follicolo pilifero è poi trasferito alla zona  dove è necessario infoltire.

  1. Il tipo di pelle che avete e di capelli

Per valutare l’effetto che potrete avere da una autotrapianto è bene sempre tenere anche in considerazione il tipo di pelle il tipo di capelli e di che razza siete (Asiatico bianco o di colore) in quanto questo può portare appunto a differenze nei risultati e conviene sempre affidarsi a chirurghi che hanno già avuto esperienza con pazienti del vostro tipo.

  1. Costo della chirurgia

L’ autotrapianto di capelli ha un costo che nel tempo fortunatamente si è abbassato passando da un minimo di 6/8 mila euro ad arrivare anche a 2000 euro ad intervento, tenete presente che il costo varia anche a seconda della tecnica usata e di quante unità follicalari sono trasferite.

  1. Competenze e lavoro: l’esperienza del chirurgo

Scegliete sempre un medico che abbia ampia esperienza documentata anche sui forum dedicati al trapianto dei capelli (ne trovate diversi tramite google).

  1. Complicazioni e rischi

Quando si subisce un intervento chirurgico del trapianto di capelli, bisogna rendersi conto che si fa di fronte a determinati rischi e complicazioni. È saggio che si chieda a questo proposito informazioni di qualsiasi genere. Si può anche chiedere un secondo parere su un forum online come i seguentii n lingua inglese: HairLossTalk e HairLossHelp

  1. Informati sui Social Network

Molte cliniche e medici che effettuano autotrapianto di capelli sono sui social (Come facebook) quindi potete entrare in contatto facilmente con altri pazienti e vedere video e foto dei lavori effettuati. Sfruttate questo canale per togliervi tutti i dubbi.

  1. Preparativi necessari e assistenza medica

A seconda della procedura scelta per il  trapianto di capelli, bisogna sapere quali sono le precauzioni necessarie da prendere nel pre e post trapianto. Nel caso della FUT per esempio riportano un incisione abbastanza grande questo porterà ad un post operatorio più difficile rispetto alla FUE che invece non da questo tipo di problema. Evitate ovviamente il fumo e l’alcool nei giorni prima e dopo l’intervento.

  1. Prenditi il giusto tempo per valutare

Se avete la possibilità andate a trovare personalmente il chirurgo e parlate del vostro caso. Probabilmente vi mostrerà tante fotografie di pazienti precedenti già operati da lui cosi che voi possiate tranquillizzarvi sui risultati che potrete ottenere. Se il medico scelto è all’estero potrete comunicare comunque e farvi inviare le fotografie.

  1. Farmaci

Ci sono farmaci che possono essere una valida alternativa ad un trapianto. Anche se questi farmaci sono per lo più ideali durante le prime fasi di alopecia, e spesso vengono utilizzati anche dopo aver subito una procedura di trapianto di capelli come il minoxidil e la finasteride.

  1. La clinica dove si svolgerà l’intervento chirurgico

Informatevi non soltanto sul chirurgo che vi opererà ma anche DOVE lo farà cioè la reputazione della clinica dove avverrà l’intervento.