Come Eliminare La Forfora secca o grassa

Come combattere la forfora? Innanzitutto sfatando quel luogo comune che la vede come una malattia. La forfora, in realtà, non è nient’altro che l’effetto di una delle tante patologie che possono affliggere il cuoio capelluto: come ad esempio gli eczemi, l’alopecia seborroica, la psoriasi e la micosi.

eliminare la forfora

Questo perché la forfora non è altro che la caduta delle squame di pelle in eccesso, la cui produzione è spesso legata a questioni relative alla produzione di sebo. Ecco spiegato perché oggi cercheremo di far luce sulla questione, spiegandoti come eliminare la forfora sia secca che forfora grassa (quella che crea delle squame che aderiscono al cuoio capelluto).

Come combattere la forfora?

Cercare di capire come combattere la forfora è un passo che tanti italiani compiono, perché questa condizione si manifesta spesso, e può diventare anche un potente freno psicologico. Gli individui che soffrono di forfora, infatti, vengono sovente additati come persone che si lavano poco e che non curano l’igiene personale.

In realtà, la forfora non ha a che fare con queste motivazioni, dato che non di rado dipende dall’eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole presenti sul derma. Inoltre, possono essere presenti anche altre cause che possono esacerbare la presenza di forfora: l’alimentazione incide parecchio, così come la tipologia di pelle che ogni individuo ha.

Infine, partecipano alla creazione della forfora anche malattie psicologiche come lo stress ed elementi climatici come il vento e il freddo. Persino cattive abitudini come l’abuso di sigarette possono causare questa alterazione del cuoio capelluto.

Quali sono le tipologie di forfora?

Prima di vedere come combattere la forfora, occorre fare una premessa: dipendendo dalla tipologia di pelle dell’individuo e dalla moltitudine di cause possibili, il primo step è rivolgersi ad un dermatologo per approfondire la questione e per giungere a conclusioni certe.

Fatto questo, sarà molto più semplice curarla. Ma va anche aggiunto che la forfora non sempre è uguale, dato che ne esistono differenti tipologie. Precisamente, la forfora può essere grassa o secca.

Nel primo caso, si parla di pitiriasi steatosica: questa condizione del derma è causata dal già citato eccesso di sebo, dunque si manifesta soprattutto in presenza di seborrea e di dermatite seborroica. In tal caso, la forfora è pastosa e tende a rimanere incollata agli steli dei capelli, anch’essi ricoperti di dosi eccessive di sebo.

La forfora secca, invece, è nota come pitiriasi sicca e si presenta quando la pelle tende a disidratarsi seccandosi. Ad ogni modo, sia la pitiriasi sicca che la pitiriasi steatosica sono dovute ad un’infiammazione del cuoio capelluto, accompagnata dalla formazione e dalla perdita di squame. La forfora, infatti, altro non è che un accumulo di pelle morta.

Quali sono i rimedi per curare la forfora grassa?

Come combattere la forfora grassa? Usando dei rimedi che siano principalmente rivolti a questa spiacevole conseguenza delle infiammazioni del cuoio capelluto.

I rimedi più efficaci sono gli shampoo antiforfora, generalmente a base di elementi tensioattivi, che hanno lo scopo di igienizzare la superficie del cuoio capelluto rimuovendo i detriti di forfora, senza per questo aumentare il grado di infiammazione.

Questi prodotti sono consigliati soprattutto per combattere la pitiriasi grassa, dato che aiutano a regolare la produzione di sebo intervenendo sulle cause della dermatite.

Generalmente contengono elementi come il solfuro di selenio e lo zolfo, che sono ottimali per curare le infiammazioni batteriche e per riparare i danni provocati dalla seborrea a livello cutaneo.

Come combattere la forfora secca?

Se la forfora è di tipologia secca, cambiano anche le soluzioni per porvi rimedio. Anche in questo caso, però, è essenziale rivolgersi ad un bravo dermatologo per individuarne le cause.

Detto questo, la pitiriasi sicca può essere combattuta usando shampoo specifici e anche diversi oli naturali come l’olio di jojoba e l’olio di mandorle dolci. Queste essenze, invece, non vanno mai usate in presenza di forfora grassa. Nei casi più avanzati, si fa ricorso a farmaci cortisonici.

Che shampoo usare?

Uno dei prodotti più popolari per trattare entrambe le tipologie di forfora è il DANDRENE shampoo Antiforfora della DS Laboratories. E’ uno shampoo efficace in quanto contiene Ketokonazolo che inibisce la proliferazione della malassenzia furfur responsabile del problema e altri ingredienti esclusivi attivi che permettono di :

  • Eliminare la forfora dal cuoio capelluto
  • Regolare la produzione di sebo (nel caso sia eccessiva)
  • Nutrire e idratare il cuoio capelluto prevenendo bruciori e prurito

Opinioni certificate su Dandrene