Arginina per capelli? Funziona davvero contro la caduta?

L’arginina (L-Arginina) è uno dei tanti amminoacidi richiesti dall’organismo per funzionare correttamente, ed è anche uno dei più importanti, come avremo modo di scoprire oggi.

Al pari di altri amminoacidi, anche questo svolge un ruolo decisivo nella costruzione delle proteine: sostanze fondamentali, visto che il corpo umano le usa per ricostituire i tessuti e persino i muscoli.

Di conseguenza, è da anni che i ricercatori studiano questo amminoacido per cercare tutte le sue potenzialità, in modo tale da poterlo applicare nel trattamento di diversi disturbi.

Se hai letto la nostra recensione di Foltina Plus , sai già che l’arginina risulta molto efficace anche per combattere la caduta dei capelli. Vediamo dunque di scoprire un approfondimento su questa sostanza così utile per l’organismo umano.

Cos’è l’arginina?

Come anticipato, l’arginina è un amminoacido regolarmente presente in natura. Infatti possiamo trovarlo all’interno di molti alimenti, come nel caso delle uova, del pesce e della carne rossa. È chiaro che, per via del suo potenziale, l’amminoacido in questione è spesso un ingrediente chiave di molti integratori alimentari.

A cosa serve? Oltre a costruire le proteine, la L-Arginina rilascia ossido nitrico nel sangue e – come vedremo più avanti – questo aspetto la rende una sostanza perfetta per combattere molti disturbi. L’ossido nitrico agisce per allargare i vasi e per favorire dunque il flusso sanguigno, il che può aiutare in diversi trattamenti (un discorso che vale, ad esempio, per la disfunzione erettile).

L’organismo umano produce naturalmente l’arginina, in condizioni di normalità, e la quantità di questa sostanza si alza anche per merito di un determinato regime alimentare. Carni rosse, pesce, latticini e uova contengono infatti questo amminoacido, anche se si parla di concentrazioni molto basse. Se mettiamo insieme questi alimenti, la quantità prodotta dal corpo e gli altri supplementi, l’organismo riesce comunque ad ottenere una dose importante di arginina. Considera che in certe circostanze il corpo potrebbe aver bisogno di quantità maggiori, e ciò accade ad esempio alle persone anziane e a individui con una certa condizione clinica.

Può essere lo stesso medico a prescrivere ai soggetti una serie di prodotti, come nel caso dei farmaci a base di arginina artificiale, o i già citati integratori. Se anche tu hai intenzione di provare questi supplementi naturali, così come avviene per qualsiasi integratore, fallo sempre sottoponendo la questione al tuo medico di fiducia. Il tutto perché anche l’arginina va usata con molta cautela.

Sebbene sia considerata innocua se presa in dosi moderate, in caso di sovradosaggio possono presentarsi effetti collaterali anche gravi. Un esempio lo si può fare citando le possibili interazioni con i farmaci: se ti stai sottoponendo ad una terapia farmacologica, quindi, non assumere mai né questo né altri integratori.

A cosa serve l’amminoacido

Quando viene convertito in monossido di azoto, questo amminoacido causa il rilassamento dei vasi sanguigni: un fenomeno noto anche come vasodilatazione. Grazie a questa sua azione, l’arginina si rivela particolarmente utile nel caso di trattamenti che beneficiano del processo sopra descritto. Prima di tutto, dunque, noi andremo a studiare gli effetti di questo amminoacido a vantaggio dei capelli.

Arginina e capelli: quale correlazione?

L’arginina stimola la produzione di proteine, quindi si rivela molto preziosa anche per lo sviluppo e la salute dei follicoli piliferi. È infatti noto che i prodotti contenenti L-Arginina riducono i fattori che causano uno scarso sviluppo del follicolo: un evento che ovviamente provoca un indebolimento del capello, il diradamento e la successiva caduta.

In altre parole, in effetti l’amminoacido in questione si dimostra ottimo per favorire la crescita dei capelli, e per mettere al riparo dalla loro perdita. Da sottolineare che anche i prodotti ad applicazione topica, come nel caso delle lozioni con arginina, consentono di raggiungere questo importante obiettivo. Qui il vantaggio principale è la stimolazione del microcircolo, cosa che aiuta i nutrimenti a migliorare la salute del follicolo pilifero.

Inoltre, il ruolo dell’arginina per i capelli può essere migliorato anche per merito della sua associazione con il monossido di azoto. Specialmente in quegli individui con bassi livelli di ossido nitrico, o che conducono una dieta priva di carne (come i vegetariani). In queste persone, l’amminoacido potenzia effettivamente la produzione di ossido nitrico, così da andare a compensare questa carenza.

In questo modo i vasi sanguigni si dilatano, e danno la possibilità di aumentare l’apporto di sangue in direzione dei follicoli piliferi, che vengono così stimolati e supportati. Il che, a sua volta, permette ai capelli di crescere più sani e più forti di prima.

In realtà i vantaggi dell’arginina per la salute dei capelli non terminano qui, ma in questo caso si passa ai danni subiti da chi ama tingersi spesso la chioma. L’amminoacido, difatti, aiuta a proteggere la capigliatura dalle sostanze chimiche contenute nelle tinture, oltre che dal calore. Questo è uno dei motivi che spiega perché la L-Arginina si trova spesso nelle formule di molti prodotti per la colorazione dei capelli.

Altri benefici dell’arginina

Era nostro interesse concentrarci nello specifico sui vantaggi che questo amminoacido regala alla capigliatura, ma è chiaro che i benefici dell’arginina vanno ben oltre. Intanto perché si tratta di una delle sostanze anti-age più famose nel campo dell’estetica, dato che si parla di uno degli antiossidanti più potenti in natura. Ciò vuol dire che l’assunzione di questa sostanza può portare dei grandi vantaggi alla salute della pelle, e in generale di tutto il corpo, in quanto combatte l’invecchiamento cellulare.

Fra le altre cose, secondo alcuni studi scientifici, pare che l’arginina acceleri addirittura il processo di cicatrizzazione delle ferite. Il motivo lo abbiamo già visto poco sopra: questa sostanza favorisce la produzione delle proteine, ovvero le “mattonelle” che il nostro corpo usa per riparare i danni ai tessuti connettivi. Altri vantaggi a favore della cute? Stimola la produzione di L-Prolina, fondamentale per la formazione del collagene, e allevia gonfiori e dolori, per via delle sue proprietà vasodilatatrici.

Conclusioni

Oggi abbiamo scoperto insieme tutte le caratteristiche della L-Arginina, un amminoacido davvero molto utile per la lotta alla caduta dei capelli, e per la salute del corpo e della cute. Ti ricordiamo, però, che è sempre il caso di consultare un medico, prima di assumere un integratore o una lozione contenente arginina. E i motivi sono molto semplici, visto che anche questa sostanza può causare degli effetti collaterali.

Esistono infatti degli individui allergici a questo amminoacido, e inoltre l’arginina non può essere assunta da persone che soffrono di attacchi d’asma. Nemmeno le donne in gravidanza o in periodo di allattamento dovrebbero farne uso, e lo stesso dicasi per i soggetti che soffrono di problemi cardiaci o circolatori. In conclusione, il fatto che sia naturale non vuol dire che sia priva di rischi: ecco perché consultare un medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *