Esiste una correlazione fra palestra e alpecia androgenetica? È una domanda che purtroppo in tanti si pongono, per via della diffusione di uno dei luoghi comuni più infondati in assoluto.

Molti appassionati di palestra hanno infatti sentito questo mito: discipline come il body building o il power lifting possono alterare il ciclo di vita dei capelli e portare all’alopecia. In realtà si tratta di una diceria che va ad arricchire il vasto mondo dei miti sulla calvizie.

Fra questi troviamo anche chi sostiene che lo shampoo li indebolisce, e chi dice che rasarli a zero serva per rinforzare i capelli. Ovviamente si tratta di voci false e tendenziose, che non si basano su alcun fondamento scientifico. Tornando alla domanda principale, è comunque il caso di approfondire la (presunta) correlazione fra palestra e calvizie.

La palestra fa cadere i capelli: da dove nasce il mito?

Palestra e caduta dei capelli, una leggenda metropolitana che nasce purtroppo da un assunto scientifico. Secondo i sostenitori di questa ipotesi, il fatto nascerebbe dall’aumento della produzione di testosterone.

Il suddetto ormone steroideo, a sua volta, andrebbe ad incidere sul ciclo di vita degli steli, causandone la caduta prematura. Premettiamo che questa non è una falsità. Il testosterone o DHT (diidrotestosterone) può effettivamente causare la miniaturizzazione del follicolo pilifero. Anzi, questo ormone è riconosciuto all’unanimità come la causa primaria della caduta dei capelli.

Di riflesso, ecco cosa porta i sostenitori di questa tesi a pensare di avere ragione. Se da un lato il diidrotestosterone è responsabile della calvizie, dall’altro l’attività in palestra produce un aumento dei livelli di DHT. Facendo due più due, emerge questo: aumentando i livelli di testosterone, la palestra provoca l’alopecia e la calvizie.

Volendo basarci sulla proprietà transitiva, questa teoria potrebbe anche sembrare reale. Soprattutto se si considerano gli allenamenti “power”, ovvero quelli basati sulla pesistica e lo sviluppo della potenza. Questi sono gli allenamenti che, più di tutti gli altri, spingono ad un picco nella produzione di DHT.

Caduta dei capelli e palestra: la verità sul testosterone

Basandoci su un ragionamento prettamente logico, potremmo essere spinti a dar ragione a chi sostiene che la palestra fa cadere i capelli. In realtà non è così, perché esistono degli elementi probatori molto importanti da sottolineare. Innanzitutto ci sono molte ricerche che dimostrano che l’alopecia androgenetica si manifesta solo negli individui predisposti ad un livello genetico.

Come se non bastasse questo, il livello di testosterone prodotto dall’attività in palestra è composto da picchi elevati ma momentanei. Ciò vuol dire che ha un effetto molto limitato nel tempo, e non può incidere sulla caduta dei capelli. Questo studio sull’incremento di testosterone e palestra sostiene proprio la suddetta teoria.

Si tratta dunque di una normale fluttuazione di testosterone che, nel giro di un paio d’ore, esaurisce del tutto i propri effetti. È chiaro che questo tempo così ridotto non basta per impattare in modo concreto sulla crescita dei capelli, e dunque sulla calvizie. Volendo dare una conclusione a questo paragrafo, emerge quanto segue: è vero che l’attività con i pesi produce maggiori livelli di DHT, ma è altrettanto vero che si tratta di picchi momentanei e innocui per la salute del capello.

Un approfondimento su calvizie e palestra

L’esercizio fisico fa sempre bene al corpo, ma esistono comunque delle precisazioni da fare. In certi casi l’allenamento intensivo può effettivamente dare un contributo alla perdita dei capelli, per una serie di ragioni che approfondiremo più avanti.

Di contro, la caduta degli steli è principalmente genetica, come ti abbiamo dimostrato poco sopra. Nonostante ciò esistono dei ricercatori e dei professori universitari che sostengono questo assunto: la palestra fa perdere i capelli.

La nascita di questo luogo comune, però, viene causata da un mancato approfondimento di ciò che viene sostenuto dai suddetti scienziati. Nella fattispecie, spesso ci si dimentica di fare menzione dell’assunzione dei farmaci dopanti ricchi di ormoni. Che poi rappresenta il fulcro del discorso fatto da questi medici.

Ormoni anabolizzanti, palestra e calvizie

Le persone o gli atleti che usano steroidi o altri prodotti anabolizzanti, possono andare incontro ad una forte accelerata del processo di caduta dei capelli. Alcune ricerche stimano che, assumendo questi prodotti dopanti, i picchi di DHT nel corpo possano arrivare fino a dieci volte il livello normale rendendo anche inutili l’eventuale uso di fiale anticaduta e altri prodotti per combattere l’alopecia..

È ovvio, allora, che chi si allena perde i capelli: non per il tipo di allenamento in sé, ma per l’uso di questi farmaci. Gli steroidi anabolizzanti agiscono infatti in questo modo, dunque si spiega il perché di questa correlazione.

Inoltre è bene specificare che, ad oggi, sono numerosi gli individui che fanno uso di steroidi e che frequentano le palestre. Non è una pratica poi così rara, tutto il contrario. Una persona che frequenta assiduamente una palestra, quindi, potrebbe essere portata a notare la presenza di molti atleti calvi. Pur non essendo detto che si tratti di steroidi, comunque questa è una potenziale causa da mettere in conto.

Va poi aggiunto che chi comincia con questa pratica dopante, inizia da prodotti contenenti DHT per passare poi direttamente all’assunzione di ormoni. Inutile specificare che in questo caso i danni ai follicoli piliferi sono ancora maggiori. Soprattutto quando è presente una predisposizione naturale all’alopecia androgenetica.

A questo punto potresti dire: esistono tanti bodybuilder famosi che non hanno mai avuto problemi di questo tipo, pur assumendo ormoni.

Qui la risposta è dovuta ancora una volta alla genetica, che ad alcuni dà e ad altri toglie. Se i recettori del cuoio capelluto non sono geneticamente sensibili agli effetti degli ormoni, i capelli non vengono intaccati da questa pratica. Chiaramente si parla solo di capelli, perché l’assunzione di ormoni e anabolizzanti causa problemi ben più gravi della calvizie.

E in questo caso la genetica conta poco. Inoltre ti ricordiamo che l’acquisto e l’uso di prodotti di doping non è consentito per legge in Italia.

Alopecia da stress e allenamento in palestra

È bene parlare di un’altra concausa che potrebbe collegare gli allenamenti in palestra all’alopecia, sebbene si tratti di una circostanza diversa. In questo caso vogliamo parlarti della correlazione fra pesistica e alopecia da stress. Un eccessivo esercizio fisico, attuato per lungo tempo e senza pause, può in effetti causare la comparsa di una forma di stress molto accentuata.

Questo ovviamente succede con tutti gli sport vissuti a livello agonistico, dunque quando l’attività fisica diventa un lavoro e non più una semplice valvola di sfogo.

Cosa succede quando questi elementi entrano a contatto? Lo stress cronico rappresenta una delle prime cause del telogen effluvium. Si tratta di una condizione che spinge alla chiusura prematura dei follicoli piliferi, cosa che porta ovviamente alla caduta dei capelli.

Quando un individuo comincia a vivere la palestra come una fonte di stress, allora è possibile che si vada ad aggiungere anche questa causa. Come puoi vedere, la correlazione fra calvizie e palestra si basa su effetti che hanno poco a che fare con l’allenamento fisico in sé.

Conclusioni

In questo articolo ti abbiamo spiegato perché il connubio fra palestra e caduta dei capelli può essere considerato alla stregua di una vera e propria leggenda metropolitana. Abbiamo visto che l’alopecia dipende soprattutto da fattori quali la predisposizione genetica e i livelli di stress.

Il picco degli ormoni DHT causato dall’attività fisica di tipo anabolico (basata sulla potenza) è invece momentaneo: il che vuol dire che non inficia sullo stato di salute dei capelli, visto che si esaurisce in due ore circa.

Al contrario, l’assunzione di farmaci dopanti o di prodotti anabolizzanti può causare parecchi danni ai follicoli piliferi.

Questo perché, in quel caso, i livelli di DHT superano di dieci volte quelli normali. La naturale conclusione di quanto visto oggi è la seguente: se ti piace la palestra, e se ami allenarti con i pesi, non c’è nulla che dovrebbe spingerti a smettere. Se temi l’alopecia o se hai notato un principio di calvizie, questo dipende dal tuo DNA e dai geni familiari.