La Caduta dei Capelli [Guida 2018]

caduta-capelli

La caduta dei capelli è sempre un momento psicologicamente duro da affrontare, ma si tratta comunque di un qualcosa di naturale: in tutti gli individui, infatti, il capello affronta un ciclo di vita che lo porta alla crescita, poi alla caduta e successivamente alla ricrescita.

Queste sono dette fasi anagen, catagen e telogen, e sono da considerarsi del tutto normali: fino a quando il numero di capelli persi ogni giorno si attesta intorno alle 100 unità, non bisogna cedere ad allarmismi.

Quando invece questo numero tende a salire, e viene accompagnato da alcuni problemi di salute o dermatologici al cuoio capelluto, allora potrebbe essere in effetti presente un problema.

Caduta dei capelli: è normale o anomala?

Quando la perdita dei capelli supera il numero considerato accettabile per il processo fisiologico anagen-catagen-telogen (ciclo di ricrescita dei capelli), allora potrebbe trattarsi di una caduta anomala e nascondere la presenza di un problema.

In questo caso, comunque, non si deve prendere mai alla leggera la cosa, né generalizzare: è sempre meglio rivolgersi ad un medico tricologo, l’unico in grado di poter dare delle risposte certe e concrete sulle cause della caduta dei capelli come vi ripetiamo spesso.

Questo perché le problematiche che hanno portato a ciò non è detto che dipendano dai capelli: spesso, infatti, sono le condizioni di salute del cuoio capelluto e dei bulbi piliferi a determinare e influenzare il progredire della calvizie.

Ad ogni modo, l’unico sistema per avere certezze in merito alla caduta dei capelli, è prenotare una visita presso uno specialista e verificare ciò attraverso un esame apposito, noto come tricogramma.

Attraverso questo iter, sarà possibile determinare le cause fisiologiche della caduta del capello (eccezion fatta per quelle ormonali): cause che potrebbero ad esempio riguardare la presenza di una problematica cutanea come la dermatite seborroica o la forfora.

Partendo da delle certezze, sarà poi più semplice intervenire per riportare il ciclo dei capelli entro i suoi confini naturali con dei prodotti contro la caduta dei capelli.

Perché i capelli cadono?

Perché i capelli cadono

La caduta dei capelli può avere alla sua base svariate tipologie di cause. Spesso le persone che ne soffrono si lasciano andare ad ansia e stress, pensando di avere un problema, quando in realtà non è così: per via del ciclo del capello, infatti, in certe stagioni dell’anno l’aumento dei capelli persi è da considerarsi del tutto normale (caduta dei capelli stagionale). Ciò avviene ad esempio in autunno e in primavera, e capita sia agli uomini che alle donne.

Le motivazioni non sono del tutto chiare: oltre al normale ciclo di vita dei capelli, si pensa che ciò possa anche dipendere dai cambiamenti in termini di ore di luce, e dai cambiamenti delle routine quotidiane (vacanze/lavoro/studio). Inoltre, anche agenti esterni come l’inquinamento, il sole e il freddo possono influire sulla salute del capello.

Il sole, ad esempio, favorisce un accumulo di radicali liberi nei capelli cosa che a lungo andare li stressa e li danneggia. Il freddo, invece, provoca una riduzione in termini di dimensioni dei vasi sanguigni.

Condizioni psicologiche

Una seconda motivazione, spesso sottovalutata, riguarda le condizioni psicologiche dell’individuo: non a caso, spesso si parla di caduta da stress. Le persone che soffrono di questa condizione, detta anche “alopecia psicogena”, riscontrano un indebolimento generale della struttura dei capelli: ciò sarebbe dovuto al rilascio da parte dell’organismo di una serie di ormoni che avrebbero delle conseguenze sullo stato di salute dei capelli, come ad esempio i fibroblasti e i cheratinociti.

Problemi al cuoio capelluto

È davvero difficile distinguere questo problema dall’alopecia seborroica (Qui uno studio medico scientifico)) , in quanto i sintomi spesso si somigliano (compreso l’aumento della produzione di sebo). In questi casi è possibile intervenire fattivamente con la laser-terapia, anche se spesso l’intervento di uno psicologo è una delle vie più battute ed efficaci.

Alopecia androgenetica

La calvizie e la perdita dei capelli hanno spesso alla base altre cause, come ad esempio l’alopecia androgenetica (qui trovate un nostro approfondimento su questo argomento) che colpisce una grandissima percentuale di uomini e una piccola percentuale di donne, chiamata anche calvizie ereditaria in quanto è su base genetica ed è causata dall’azione di un ormone (DHT).

Le alterazioni del ciclo di crescita del capello

Ogni qualvolta si manifesta un problema in termini di caduta dei capelli, ciò avviene per via di una alterazione del suo ciclo di crescita. Normalmente, il capello nasce e cresce (anagen), poi si ferma (catagen) e infine muore e cade (telogen): pur essendo, come già detto, fasi del tutto comuni, alle volte questo ciclo viene alterato o accelerato.

Per fare un esempio, le donne incinte e in post-gravidanza possono assistere ad un aumento del volume della capigliatura (durante la gestazione) e ad una caduta accelerata durante il periodo di allattamento: in tal caso l’alterazione del ciclo del capello è dovuta ai cambiamenti ormonali.

Nei soggetti che soffrono di alopecia, invece, i capelli che cadono per via del telogen vengono sostituiti da nuovi capelli più deboli dei precedenti: nel corso degli anni, la chioma si fa sempre più sottile e diradata.

Perdita dei capelli: rimedi e considerazioni finali

Le alterazioni del ciclo di vita del capello possono essere acuite dalla presenza di patologie dermatologiche come la dermatite seborroica e la forfora, sia essa grassa o secca: ciò avviene per via dell’azione deleteria che queste condizioni esercitano sullo stato di salute dei follicoli piliferi.

Queste strutture, infatti, sono direttamente responsabili della produzione delle cellule del capello: quando soffrono di una qualsiasi problematica, i capelli rischiano di essere seriamente compromessi, portandoli alla morte. Inoltre, sintomi come il dolore localizzato sul cuoio capelluto o il prurito possono a loro volta accentuare queste condizioni di caduta, oltre che rappresentare dei sintomi piuttosto chiari di un problema epidermico.

Ovviamente da non dimenticare che la principale causa della caduta dei capelli patologica è come detto poco sopra l’alopecia androgenetica.